PATTO TRASPARENTE garanzia 12 mesi

(documento informativo sulla modalità di fruizione per 12 mesi della garanzia legale sui veicoli usati fornita dal venditore in osservanza del D.L.206/2005 “CODICE DEL CONSUMO”)

Il venditore è responsabile, per il periodo di vigenza della garanzia, dei difetti di conformità esistenti al momento della consegna del bene (art. 130 comma 1 c.d.c.) Nel cdc è specificato che la norma si applica alla vendita di beni usati, tenuto conto “del tempo del pregresso utilizzo, limitatamente ai difetti non derivanti dall’uso normale della cosa” (art 128 comma 2 cdc) . nel caso di veicoli usati non sono pertanto coperti i difetti derivanti dalla mera usura, se questa è stata dichiarata dal venditore.

Differenza tra persona fisica e giuridica:
La durata della garanzia legale, se concordata tra le parti, è di 12 mesi, a partire dal momento della consegna del veicolo; tale termine è determinato in base a quanto accettato e sottoscritto tra le parti nei documenti contrattuali e secondo la facoltà data da art 134 del cdc. La garanzia legale nelle modalità così descritte , previste dagli artt 128 e 135 del cdc è fornita nell’ambito di ogni compravendita tra il venditore e ogni cliente persona fisica che acquisti l’autoveicolo per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta, mentre agli acquirenti “non consumatori” quindi le persone giuridiche, gli enti, le fondazioni, o le persone fisiche che acquistano beni di consumo per scopi professionali, si applica invece la normativa relativa prevista dall art 1470 e seguenti del codice civile.

Diritti e doveri del consumatore:
Il consumatore ha il diritto, alle condizioni e nei limiti previsti dal cdc:

  • Di ricevere dal venditore un bene conforme al contratto di vendita e alla dichiarazione di conformità dell’autoveicolo.
  • Al ripristino della conformità del bene in caso di difetto di conformità, da eseguirsi in tempi congrui e senza che cio’ gli arrechi notevoli inconvenienti.
  • Alla riduzione del prezzo o alla risoluzione del contratto, nel caso in cui la riparazione sia impossibile o eccessivamente onerosa o comporti notevoli inconvenienti oppure non sia effettuata entro un termine congruo; tale riduzione sarò proporzionale all' entità del difetto e terrà altresì conto dell’utilizzo del bene effettuato da parte del consumatore.

Il consumatore ha il dovere:

  • Di controllare, secondo l’ordinaria diligenza, la rispondenza del contratto di vendita e della dichiarazione di conformità con il bene acquistato;
  • Di rispettare la manutenzione indicata dalla Casa Costruttrice e nel documento di conformità sottoscritto dalle parti alla consegna del veicolo;
  • Di tenere un comportamento diligente in caso di anomalie segnalate dalla strumentazione di bordo, quali ad esempio l’indicazione della pressione olio insufficiente o di eccessive temperature del liquido di raffreddamento, onde evitare danni più gravi;
  • Di contribuire economicamente al costo dei componenti nuovi installati, nel caso che il ripristino della conformità preveda la sostituzione di componenti guasti con altri nuovi. Il contributo coprirà la differenza rispetto all’intervento economico spettante al venditore come indicato nel paragrafo dedicato.

Decadenza della garanzia legale:

  • Sia stata elaborata la meccanica del veicolo, anche attraverso la manomissione della gestione elettronica del motore;
  • Sia stato montato un impianto di alimentazione a gas (gpl e metano) dopo l’acquisto del veicolo;
  • I dati riportati sul documento di conformità rilasciato dal venditore al cliente risultino dolosamente alterati;
  • Il veicolo sia adibito ad uso diverso da trasporto privato quale, ad esempio, competizioni sportive o trasporto pubblico di persone;
  • Non sia stata rispettata la manutenzione prevista dalla casa costruttrice o qual ora il veicolo abbia una vetustità tale da giustificare una maggiore cura, la manutenzione indicata specificatamente dal venditore nella dichiarazione di conformità sottoscritta dalle parti;
  • Il veicolo sia stato ceduto dall’acquirente ad un terzo.

Casi di esclusione della garanzia legale:
l’applicazione della garanzia può essere rifiutata per un singolo evento, nei casi sotto elencati da considerare con attenzione:

  • Quando non sia stato trasmesso il preventivo del danno al venditore od a Care Trade srl prima che sia eseguito il ripristino da un soggetto terzo, come specificato nel paragrafo apposito;
  • Quando il danno non sia riconducibile ad un difetto di conformità, bensì ad altre cause, quali ad esempio non esaustivo: imperizia nella guida, sovraccarico del veicolo, urto, collisione, ribaltamento, uscita di strada, incendio, furto, cortocircuito, dolo e colpa grave del conducente, oppure sia causato da presenza di acqua nel carburante, aspirazioni di acqua, uso del carburante non regolare, livello di lubrificante insufficiente o non adeguato alle prescrizioni del costruttore, manutenzione non effettuata mancata esecuzione della revisione periodica.

Cosa fare in caso di guasto:
contattare tempestivamente il venditore illustrando il problema riscontrato. In caso di fermo del veicolo e di impossibilità a proseguire la marcia chiamare il soccorso stradale MONDAL ASSISTANCE al numero 800.325.675. una volta recuperato il veicolo nel centro riparazione, se diverso da quello del venditore, prima dell’effettuazione della riparazione dovrà ricevere l’autorizzazione al ripristino per iscritto da parte del venditore. Si evidenza in proposito che il venditore, non è tenuto a rimborsare le spese sostenute per il ripristino senza preventivamente averle autorizzate per iscritto, dopo un’opportuna valutazione della diagnosi del guasto e del preventivo per il ripristino emesso dal centro riparazione. È inoltre facoltà del venditore , ai sensi della normativa, non autorizzare il ripristino del veicolo in loco e disporne invece il rientro presso un proprio punto di assistenza al fine di valutare direttamente il dietto, riconoscerlo eventualmente come “di conformità” e procedere in proprio alla riparazione. Per la gestione del guasto in centri di riparazione esterni, Il venditore usufruisce dei servizi forniti dalla società CareTrade srl che è autorizzata dal venditore a ricevere per suo conto le informazioni necessarie alla gestione della garanzia. Nell’occorrenza di un ricovero presso un centro riparazione diverso dal venditore lei deve:

  • Richiedere l’emissione di un documento di diagnosi del guasto e preventivo di riparazione contente dati del centro riparazione, dati del veicolo, descrizione e causa del guasto, descrizione e costi iva inclusa, costo orario della manodopera;
  • Inviare tale documentazione tramite fax allo 02.700.410.198 o 02.700.552.824 o via mail a : assistenza@caretrade.com

La centrale operativa verifica il preventivo – quantificando altresì l’eventuale quota di spesa a carico del venditore – entro quattro ore lavorative nel caso di danni risolvibili in giornata oppure entro il giorno successivo per danni più gravi ed invia un fax di risposta che riporta l’autorizzazione o meno al ripristino e la quota del costo a carico del venditore. Giunta l’autorizzazione lei dovrà pagare l'intera riparazione e farsi consegnare un documento fiscale per l’importo di sua competenza e una fattura per l’importo di competenza del venditore che le rimborserà prontamente la propria quota.

Determinazione della quota del costo del ripristino a carico del venditore:
Qual ora il guasto manifestatosi sia riconducibile ad un difetto di conformità, il costo del ripristino, secondo la normativa vigente, in particolare, se applicabile, in base al disposto del codice del consumo, spetta parzialmente od integralmente o al venditore, secondo i criteri di seguito indicati:

  • Il costo della manodopera e degli eventuali ricambi non nuovi e non pari al nuovo utilizzati per il ripristino in luogo dei componenti guasti, è integralmente a carico del venditore;
  • Il costo dei ricambi nuovi o pari al nuovo utilizzati per il ripristino in luogo dei componenti guasti, iva inclusa, è invece di competenza del venditore solo in proporzione al rapporto tra il prezzo di acquisto pagato dal cliente per il veicolo, ulteriormente diminuito della svalutazione da questo subita successivamente all’acquisto, a causa del tempo intercorso e del chilometraggio percorso, ed il prezzo di listino ufficiale del veicolo alla data di prima immatricolazione.
  • I criteri adottati per determinare la svalutazione dalla data di acquisto, sono quelli utilizzati nella pubblicazione specialistica “eurotax” con riferimento ai valori di acquisto.
  • Può accadere che nel caso della riparazione di un componente guasto, sia consigliabile sostituire altre parti, non guaste, secondo quella che viene definita “buona pratica” dell’autoriparazione; in tal caso il costo di tali componenti rimane a carico del cliente. Si evidenzia anche che non sono coperte da garanzia le parti soggette a consumo quali le parti sostituite in occasione di tagliandi di manutenzione secondo le prescrizioni del costruttore ed inoltre: lubrificanti, grassi, liquidi refrigeranti ed anticongelanti, candele, filtri di ogni genere, viti, fascette di fissaggio, minuterie in genere, fusibili, relais lampade e led.

Il ruolo di Care Trade:
nell’ ambito dell’applicazione della garanzia legale con la modalità denominata “patto trasparente”, il suo venditore usufruisce dei servizi forniti da tale società che è autorizzata dal venditore a ricevere per suo conto le informazioni necessarie alla gestione della garanzia indicate nel presente documento.. Care trade srl mette a disposizione del consumatore che richieda particolari chiarimenti in merito alla normativa relativa alla garanzia legale, il numero 899.018.819 con tariffe variabili indicate dal messaggio automatico alla risposta.

Articolo 2
Conformità al contratto

  • Il venditore deve consegnare al consumatore beni conformi al contratto di vendita.
  • Si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se:
  • sono conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello;
  • sono idonei ad ogni uso speciale voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato;
  • sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo;
  • presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura.
  • 3. Non vi è difetto di conformità ai sensi del presente articolo se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto o non poteva ragionevolmente ignorarlo, o se il difetto di conformità trova la sua origine in materiali forniti dal consumatore.
  • 4. Il venditore non è vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al paragrafo 2, lettera d), quando:
  • - dimostra che non era a conoscenza e non poteva ragionevolmente essere a conoscenza della dichiarazione;
  • - dimostra che la dichiarazione è stata corretta entro il momento della conclusione del contratto, oppure
  • - dimostra che la decisione di acquistare il bene di consumo non ha potuto essere influenzata dalla dichiarazione.